Apostille

$199.00

L’innegabile tendenza alla globalizzazione che caratterizza in maniera ormai decisamente marcata i tempi moderni sta portando ad un sempre maggiore interesse ad aprire un conto bancario estero, sia a livello personale che commerciale.

Ecco perché coloro che svolgono attività internazionali e stanno valutando la possibilità di aprire un conto bancario estero devono tenere conto di alcuni importanti fattori. Uno di questi è senza dubbio la legalizzazione dei documenti, un aspetto su cui è opportuno spiegare tutto nel dettaglio.

apostille

Storicamente, le varie questioni burocratiche e le normative diverse da paese a paese hanno reso molto difficili le attività internazionali, e questo è un fatto noto. Tuttavia, l’implementazione e il riconoscimento diffuso della certificazione Apostille ha semplificato notevolmente questo processo.

L’Apostille, infatti, consente di accettare legalmente la propria documentazione in tutte le parti della Convenzione dell’Aia, ovvero il trattato internazionale redatto dalla conferenza dell’Aia di diritto nazionale privato (Hague Conference on Private International Law – HCCH) e adottato proprio nella città olandese il 5 ottobre 1961.

Un individuo che cerca di aprire un conto bancario a livello locale è spesso in grado di farlo semplicemente recandosi in una filiale con alcuni documenti di identità. Le istituzioni finanziarie del Regno Unito hanno diversi strumenti a loro disposizione per verificare le informazioni di un determinato individuo e condurre tutte le indagini del caso.

Le banche estere richiedono l’Apostille sui documenti per confermare l’identità o l’autenticità

Tuttavia, le istituzioni finanziarie all’estero potrebbero non essere in grado di verificare queste informazioni con la stessa facilità, ed è per questo che potrebbe essere richiesto il certificato Apostille per la propria documentazione.

Ma che cos’è esattamente l’Apostille? Si tratta appunto di una certificazione internazionale rilasciata in base ai termini della convenzione, comparabile alla notarizzazione in diritto nazionale, che viene solitamente aggiunta alla notarizzazione locale del documento. Per essere più chiari, tra due stati dove si applica la convenzione può bastare l’Apostille per certificare la validità di un documento, senza che si renda necessaria la presentazione di una doppia certificazione da parte del paese originario e di quello ricevente.

certificato di incombenza

Ma quali sono i documenti per i quali potrebbe essere necessaria l’Apostille quando si apre un conto all’estero? Ad esempio le copie dei passaporti, ma anche le copie delle bollette o il certificato di nascita. Altri documenti possono essere la Prova del proprio reddito, come ad esempio il modulo P60, o la Conferma di occupazione (ad es. le lettere dei datori di lavoro, ndr).

A livello commerciale, quando si cerca di garantire una certa espansione alla propria azienda, il commercio internazionale e le attività commerciali possono senz’altro aggiungere un valore significativo. Quando si apre un conto bancario aziendale all’estero potrebbe essere necessaria l’Apostille per una serie di documenti.

Tra questi, bisogna tenere in conto il Certificato di costituzione, ma anche l’Atto costitutivo e statuto; inoltre, l’Apostille potrebbe essere richiesta in caso di Risoluzioni del consiglio e Procure; infine, altri documenti per cui potrebbe rendersi necessaria l’Apostille sono il Certificato di buona reputazione e il Certificato di carica.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Apostille”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *