Apertura conto bancario offshore

$499.00

Quando si sente parlare di conto bancario offshore, una delle prime domande che può venire in mente è ovviamente quella relativa alle opportunità garantite da questa modalità. Per essere più precisi, cosa può offrire un conto bancario offshore rispetto ad altri conti, come ad esempio un conto presso la Bank of America.

offshore

La risposta è molto semplice, dato che il conto bancario offshore – che è semplicemente un conto bancario situato al di fuori del proprio Paese di residenza, ndr – è preferibile per tutta una serie di vantaggi. Ma quali sono, esattamente?

In questo articolo andiamo a descrivere le dieci motivazioni che rendono il conto bancario offshore una soluzione migliore rispetto alle altre tipologie.

Meno rischi politici

Al giorno d’oggi la più grande minaccia per i propri risparmi non è il rischio di mercato, bensì i governi, che stanno sprofondando irrimediabilmente nell’insolvenza.

Per evitare il tracollo, vengono adottate misure già viste in passato, come ad esempio il bail-in, noto anche come “salvataggio interno”, una modalità di risoluzione di una crisi bancaria tramite l’esclusivo e diretto coinvolgimento dei suoi azionisti, obbligazionisti, correntisti; oppure le tasse sui depositi bancari (come abbiamo visto in Spagna), le nazionalizzazioni dei risparmi per la pensione (come accaduto in Polonia, Ungheria, Portogallo e Argentina ), senza dimenticare i controlli sui capitali (è successo a Cipro e in Islanda).

Sono cose che possono accadere anche nel proprio Paese, come evidenzia il giudice Andrea Napolitano: “Le persone che hanno più di 100.000 dollari in banca sono obiettivi per qualsiasi governo che cerca soldi per sostenere la propria incapacità di gestire le proprie finanze”.

Una parte importante di qualsiasi strategia per ridurre il rischio politico è mettere alcuni dei propri risparmi fuori dalla portata immediata dei burocrati. Aprire un conto bancario estero nella giusta giurisdizione è senza dubbio una delle soluzioni più indicate.

In questo modo il proprio governo non può confiscare, congelare o svalutare facilmente il denaro. In caso vengano imposti controlli sui capitali, un conto bancario offshore consente di accedere ai propri soldi quando si ha più bisogno.

Sistemi bancari e banche più solide

Quasi tutti i sistemi bancari dei paesi occidentali sono fondamentalmente malsani e si reggono solo sulle traballanti promesse dei governi insolventi. Ma non è tutto, perché la maggior parte di queste banche mantiene a portata di mano solo una piccola quantità di contanti per soddisfare le richieste di prelievo dei clienti. Ciò significa che, in caso di un altro shock finanziario in stile Lehman Brothers (settembre 2008, ndr), l’accesso al proprio denaro diventerebbe assai problematico.

apostille

Ecco perché la scelta della banca dove conservare i propri risparmi non è affatto banale. Ci sono banche in giurisdizioni stabili con un basso debito che non giocano con i depositi dei clienti. Molte di queste banche sono molto meglio capitalizzate, hanno a disposizione più liquidità e sono senz’altro gestite in modo più prudente rispetto a quelle statunitensi.

Protezione dei beni

Il Legal Resource Network riferisce che ogni anno negli Stati Uniti vengono presentate 15 milioni di cause legali. Basta fare due rapidi calcoli per rendersi conto di come ogni anno un adulto americano su 12 è interessato da una nuova causa. Ciò vuol dire che la probabilità di essere interessati da una di queste situazioni, tutt’altro che piacevoli, non è affatto bassa. Non è un caso che l’80% degli avvocati del mondo svolga la propria professione negli Stati Uniti.

Anche se non esiste una protezione al 100%, un conto bancario estero può senza dubbio aiutare a diventare “meno attraenti”. Un conto bancario offshore protegge anche da agenzie governative troppo zelanti, armate del potere sommario di congelare i beni: la loro portata, infatti, non si estende oltre gli Stati Uniti.

Diversificazione valutaria

Detenere valute estere è un ottimo modo per proteggere il proprio potere d’acquisto e internazionalizzare parte dei risparmi. Tuttavia, la probabilità che la propria banca nazionale metta a disposizione delle opzioni per detenere valute estere non è per niente alta; al contrario, le banche offshore offrono di solito alcune comode piattaforme online per detenere valute estere.

Tassi di interesse più elevati per i depositi

In quella che si può tranquillamente definire come una guerra ai risparmiatori, la Banca centrale europea e la Fed hanno manipolato i tassi di interesse vicino ai minimi storici. Questi tassi di interesse, artificialmente bassi, trasferiscono di fatto la ricchezza dai risparmiatori – che altrimenti godrebbero di rendimenti più elevati sui loro depositi – ai mutuatari.

Nei Paesi occidentali ci sono buone probabilità che gli interessi guadagnati sui propri risparmi non stiano nemmeno al passo con il tasso di inflazione reale. Ma dando il giusto sguardo all’estero si possono invece trovare banche che pagano tassi di interesse significativamente più alti, ed è un’opzione da considerare assolutamente.

Garantire l’accesso alle cure mediche all’estero

Se non si è in grado di ricevere cure tempestive nel proprio paese d’origine si potrebbe tentare con le cure mediche all’estero, anche perché in alcuni casi si tratta di situazioni da prendere in tempi per evitare gli scenari più tragici.

Supponiamo, per qualsiasi motivo, di non poter ottenere le cure mediche di cui si ha bisogno nel proprio paese d’origine e di dover andare all’estero. Per pagare le cure sarà necessario trasferire denaro all’estero. Tuttavia, se il governo del nostro paese ha già imposto controlli sui capitali, potrebbe essere molto difficile (se non impossibile) pagare le cure mediche di cui necessitiamo.

Proprio qui il conto bancario estero gioca un ruolo determinante, dato che non è ostaggio dei controlli sui capitali e funge da garanzia per permetterci di pagare in qualsiasi momento le cure mediche di cui abbiamo bisogno.

La capacità di agire rapidamente

Quando si tratta di diversificazione internazionale, è sempre meglio essere un anno in anticipo piuttosto che un minuto in ritardo. Una volta che un governo ha imposto controlli sui capitali o riscosso conti bancari, è già troppo tardi per proteggere il proprio denaro.

offshore conto estero

Ecco perché è opportuno aprire subito un conto bancario offshore, anche se piccolo. Il solo fatto di averne uno disponibile, indipendentemente dalla somma, consente di godere di importanti vantaggi: su tutti, la possibilità di trasferire rapidamente il denaro all’estero, nel caso in futuro la situazione lo richieda.

Mantenere una privacy limitata

I cittadini americani che hanno un totale di 10.000 dollari (o più) in conti finanziari esteri sono tenuti a segnalarlo. Tuttavia, se il totale aggregato dei conti finanziari esteri rimane inferiore a 10.000 dollari all’anno e non si sta utilizzando un trust, una LLC o un’altra struttura, la segnalazione non è necessaria: il consiglio è di consultare sempre il consulente fiscale, in modo tale da poter andare sul sicuro e non avere alcun tipo di problema.

Tranquillità

Un conto bancario offshore è come una polizza assicurativa, dato che favorisce la protezione da banche e sistemi bancari malsani e anche dalle azioni distruttive di un governo in bancarotta. Inoltre, aprendo un conto bancario offshore si diventa anche un bersaglio difficile per azioni legali frivole e viene assicurato il pagamento per le cure mediche all’estero. Un grande passo per vivere con più tranquillità, e non è affatto un dettaglio secondario.

Massimizza la libertà personale

Avere un conto bancario estero consente di avere più opzioni, ovvero più libertà. Ed è un passo cruciale per liberarsi dall’assoluta dipendenza da qualsiasi paese.

Avere un conto bancario offshore è legale?

Nonostante quello che si sente spesso dire in giro, l’attività bancaria offshore è completamente legale. Non si tratta di evasione fiscale o altre attività illegali, ma semplicemente di diversificare legalmente il rischio politico mettendo i propri risparmi liquidi in istituzioni solide e ben capitalizzate, dove possono essere gestiti nel migliore dei modi.

 

Non è un segreto che l’apertura di un conto bancario estero sta diventando un’impresa sempre più complicata, e non è da escludere che nel prossimo futuro diventi praticamente impossibile. E’ proprio questo il più grande incentivo ad agire prima piuttosto che dopo, anche in caso di non utilizzo dell’account: un domani potrebbe tornare molto utile.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Apertura conto bancario offshore”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *